martedì 16 luglio 2019

Antonio Ferrari vince il Premio Flaiano per il giornalismo

Sul red carpet della 46esima edizione dei Premi internazionali “Ennio Flaiano” ,a Pescara, hanno sfilato protagonisti del panorama del teatro, del cinema e del giornalismo.
A ricevere il Premio Speciale di giornalismo è stato il nostro Presidente di giuria  Antonio Ferrari, inviato di guerra, scrittore ed editorialista del Corriere della Sera. Recentemente ha pubblicato con Chiarelettere due opere di narrativa, "Amen" e "Il segreto".
In questa foto, il momento sul palco con la presentatrice della serata, la giornalista Maria Cuffaro, anche lei presente nella giuria del Premio La Quara due anni fa.

Antonio Ferrari è giornalista e scrittore,  nato a Modena nel 1946. Ha cominciato come cronista al «Secolo xix» di Genova, e dal 1973 è al «Corriere della Sera»: inviato speciale ed editorialista.
Dopo aver seguito gli anni del terrorismo italiano, con le trame nere e rosse, è passato all'estero. Prima in Europa e nei Paesi dell'Est comunista, per approdare nei Balcani, nel Medio Oriente e in Nord Africa. Ha seguito quasi tutte le crisi di queste regioni, le guerre, i tentativi di pacificarle. Ha intervistato, nel corso degli anni, quasi tutti i leader di un'area estesa ed estremamente variegata.
Quello del premio Flaiano è un riconoscimento importante e meritatissimo, che ci rende ancora più fieri ed onorati di avere un giornalista, scrittore, pensatore e uomo di tale spessore e al contempo umanità a capo della giuria del Premio La Quara.
Vi aspettiamo a Borgotaro sabato 24 agosto!


mercoledì 10 luglio 2019

Europa - I racconti del Premio La Quara

In molti ce lo chiedevate, finalmente quest'anno ce l'abbiamo fatta!
Grazie al solerte gruppo di lettura, al Presidente di giuria Antonio Ferrari (autore della bellissima prefazione) e alla casa editrice Infinito Edizioni, quest'anno abbiamo avuto la possibilità di stampare in anteprima l'antologia di racconti del Premio La Quara, che in genere si rendeva disponibile dal giorno della premiazione.

Così potrete soddisfare la manifestata curiosità di leggere prima i racconti (che sono i 10 semifinalisti) , "scommettere" sui 5 che passeranno in finale, e prepararsi al contempo alla premiazione.

Il volume è in vendita da oggi presso la biblioteca Manara di Borgotaro ma anche sul sito https://www.infinitoedizioni.it/
al prezzo promozionale di 8.50€.

Non fatevelo scappare!

lunedì 8 luglio 2019

Paola Brianti nella giuria del Premio La Quara

Ad impreziosire la composizione della giuria del Premio La Quar 2019 arriva la scrittrice e giornalista Paola Brianti.

Nata a Fontanellato, in provincia di Parma, ha una lunga e prestigiosa carriera nel giornalismo, in cui si è occupata prevalentemente di questioni sul Medio ed Estremo Oriente.
Negli anni Settanta, ha vissuto a Pechino le fasi più drammatiche della Rivoluzione Culturale.
Negli anni Ottanta-Novanta, ha seguito le guerre del Libano, dell’Iran e dell’Iraq.
Ha incontrato e intervistato alcuni tra i più importanti leader della politica del Medio ed Estremo Oriente degli ultimi decenni del Novecento.
Ha pubblicato:
Volavano soltanto aquiloni, romanzo ambientato negli ultimi anni della Rivoluzione Culturale cinese ( Gaffi Editore- Roma, 2005)
Fuori Stagione, storia di un insolito amore ( L’Albatros –Roma, 2017)
Parmigianino- Il mistero di un genio,  romanzo storico sulla vita  del sommo artista emiliano del Rinascimento  ( Albatros- Roma, 2018).
Paola Brianti vive e lavora a Roma


Avremo l'onore di ospitare anche la presentazione del suo ultimo libro dedicato al Parmigianino il giorno prima del Premio, ovvero venerdì 23 agosto alle 18 sotto i portici di Palazzo Manara.



martedì 25 giugno 2019

I dieci semifinalisti del Premio La Quara 2019

E' con grande piacere che pubblichiamo i nomi dei 10 finalisti per questa sesta edizione del Premio la Quara, concorso letterario per short stories.

Vogliamo ringraziare di cuore tutti i partecipanti, ogni racconto è stato letto, discusso e apprezzato dal nostro gruppo di lettura. 

In base alla valutazione matematica dei risultati ottenuti, i dieci semifinalisti sono:

  • Elisabetta Violani (Genova)
  • Federica Storace (Genova)
  • Giovanni Bergamini (Parma)
  • Angelo Basile (Milano)
  • Davide Di Finizio (Napoli)
  • Adriano Muzzi (Roma)
  • Paola Rachele Perno (Mazzarino CL)
  • Sara Galeotti (Roma)
  • Giorgia De Re (Bedonia, PR)
  • Anna Di Giusto (Firenze)
Ci complimentiamo con coloro che hanno passato la prima selezione, i dieci racconti semifinalisti sono già in stampa nella nuova antologia edita da Infinito Edizioni, di cui vi sveliamo già la copertina. Per la prima volta, il volume sarà disponibile per l'acquisto sul sito della casa editrice entro la fine del mese di luglio.
Ora i racconti sono nelle mani della giuria, che sceglierà i 5 finalisti che saranno invitati a Borgo Val di Taro il 24 agosto. 

lunedì 24 giugno 2019

Conosciamo la giuria: Emanuela Abbadessa

Di settimana in settimana, continuiamo a farvi conoscere i membri della giuria del Premio La Quara 2019, in programma sabato 24 agosto a Borgo Val di Taro.

Dopo averi presentato Bruno Morchio e Antonio D'Orrico, anche se di presentazioni non ce n'era bisogno essendo personaggi di prim'ordine nel panorama culturale attuale, arriviamo ad una donna, tornando però in Liguria, con la scrittrice Emanuela Abbadessa.



Scrittrice e saggista, ha al suo attivo due romanzi: Capo Scirocco (Rizzoli, 2013, Premio Rapallo-Carige 2013 per la Donna Scrittrice, Premio Letterario Internazionale Isola d'Elba Raffaello Brignetti) e Fiammetta (Rizzoli, 2016). Scrive per i quotidiani la Repubblica e Il Secolo XIX.

Catanese trapiantata a Savona, Emanuela E. (la E sta per Ersilia) Abbadessa ha costruito attorno alla musica la propria carriera, spaziando dall’organizzazione di eventi musicali all’insegnamento. Nel 2013 ha pubblicato il suo primo romanzo, che le è valso numerosi riconoscimenti letterari. Con l’intento di dare un seguito “all’osservazione dei rapporti di forza all’interno della coppia”, nel 2016 è arrivato per Rizzoli un secondo libro di fiction.
Il suo ultimo romanzo "E' da lì che viene la luce"(PIEMME) è tra i 40 libri proposti per il Premio Strega.

Un romanzo tratto dalla storia del fotografo tedesco Wilhelm von Glöden “sulla libertà di pensiero e di costume che solo nell'arte non conosce l'odio del diverso”. Wilhelm von Glöden fu il più famoso esponente a fotografare il nudo maschile, ma ha subito nella storia anche il grande torto di essere in parte dimenticato a causa della sua omosessualità.

Dopo “Capo Scirocco” e “Fiammetta” il romanzo mette in luce quelle caratteristiche che le vennero attribuite già dal primo editore: “Scrivere come architettura, descrivere come dipingere”.



martedì 18 giugno 2019

Antonio D'Orrico nella giuria del Premio La Quara

Sarà per noi un grande onore avere a Borgotaro Antonio D'Orrico, grandissimo critico letterario, che con le sue pagelle la domenica su "La Lettura" del Corriere della Sera ci racconta i casi editoriali in corso, talvolta stroncandoli, ma sempre con grande competenza e senso dell'ironia.

Cinquantasei anni, acquario, giornalista, dal 1994 tiene su "Sette" - il magazine del "Corriere della Sera" - la più discussa, discutibile, indiscussa e indiscutibile rubrica letteraria italiana, in cui cerca di instillare nei lettori il gusto di parlare di libri e scrittori con la stessa competenza e passione con le quali di solito si parla di partite e giocatori di calcio.

Laureato in Lettere all'Università di Firenze, comincia la sua carriera giornalistica proprio nel capoluogo toscano, collaborando all'Unità.
Lavora, poi, anche a L'Europeo, tra il 1988 e il 1990, collaborando anche con Epoca e Gente Viaggi. Nel 1994, D'Orrico passa a Sette, il magazine del Corriere della Sera; finché, nell’aprile del 1996, ne diventa il caporedattore.

Tra il 1992 e il 1994, D'Orrico lavora come consulente editoriale per la Baldini & Castoldi. Come autore, invece, ha pubblicato il saggio Cambiare vita, ha curato l'antologia sportiva Momenti di gloria e scritto il romanzo Come vendere un milione di copie e vivere felici.


Opere
Cambiare vita, Milano, Mondadori, 1991.
Momenti di gloria, a cura di, Milano, Leonardo, 1992.
Come vendere un milione di copie e vivere felici, Milano, Mondadori, 2010.

mercoledì 12 giugno 2019

I giurati del Premio La Quara 2019: Bruno Morchio

E' con grande piacere che iniziamo a presentarvi la giuria del Premio La Quara 2019.
I giurati infatti sono da sempre la cifra che rende questo premio letterario ambito, un'occasione d'oro per far leggere le proprie storie a grandi giornalisti e scrittori, un appuntamento importante (la finale del 24 agosto a Borgotaro) per conoscere questi grandi personaggi.

Il primo grande ospite di questa edizione sarà Bruno Morchio.
Bruno Morchio vive a Genova, dove lavora come psicologo e psicoterapeuta; ha pubblicato articoli su riviste di letteratura, psicologia e psicoanalisi.
Protagonista dei romanzi di Morchio è Genova, filtrata dagli umori e dalla memoria del protagonista e raccontata privilegiando alcuni quartieri, come la delegazione operaia di Sestri Ponente, il levante cittadino, ricco di crêuze che scendono al mare, la circonvallazione a monte e, soprattutto, la città vecchia con i suoi caruggi, i palazzi fatiscenti ed il suo popolo fatto di artigiani, pensionati, immigrati e donne di malcostume.

Il personaggio principale creato da Morchio è un investigatore privato genovese, Bacci Pagano, ironico e disilluso, amante della musica di Mozart, del buon vino e della buona tavola oltre che delle donne (fra le quali Mara, la sua compagna psicologa, che lo definisce "analfabeta dei sentimenti", giudizio che Bacci ripete sovente a se stesso). Viaggia su una Vespa amaranto e non porta le mutande; secondo il suo autore sta sempre dalla parte dei perdenti perché figlio di un operaio genoano e comunista.

Opere
Romanzi con protagonista Bacci Pagano
Bacci Pagano. Una storia da carruggi, Genova, Fratelli Frilli Editori, 2004,
Maccaia, Genova, Fratelli Frilli Editori, 2004,
La crêuza degli ulivi - Le donne di Bacci Pagano, Genova, Fratelli Frilli Editori, 2005,
Con la morte non si tratta, Milano, Garzanti, 2006,
Le cose che non ti ho detto, Milano, Garzanti, 2007,
Rossoamaro, Milano, Garzanti, 2008,
Colpi di coda, Milano, Garzanti, 2010,
Lo spaventapasseri, Milano, Garzanti, 2013,
Un conto aperto con la morte, Milano, Garzanti, 2014,
Fragili verità, Milano, Garzanti, 2016,
La crêuza degli ulivi - Le donne di Bacci Pagano.Edizione riveduta, Milano, Garzanti, 2017, I
Uno sporco lavoro. La calda estate del giovane Bacci Pagano, Milano, Garzanti, 2018,

venerdì 24 maggio 2019

Storie d' Europa

Sono giornate importanti, per l'Europa. 
Sono i giorni del voto, in una situazione quanto mai incerta e discussa.

Anche nel nostro piccolo, sono giorni importanti: proprio in questi momenti la giuria sta rileggendo e valutando i racconti partecipanti al Premio La Quara, intorno proprio al tema dell'Europa.
Nonostante un tema di certo non facile, siete stati in tantissimi. Grazie!

Ma nel mentre che attendiamo l'esito delle valutazioni, (i dieci semifinalisti verranno comunicati fra circa un mese) "sbirciamo" un pò di statistiche per capire la composizione degli scrittori partecipanti.
La maggioranza sono uomini, circa il 60% degli autori, con una grande rappresentanza dell'Emilia Romagna, e a seguire di Lombardia e Veneto.
Due racconti arrivano addirittura dall'estero: uno dalla Germania e uno dall'Austria.
Le fasce di età sono tutte coinvolte, si parte da un autorne nato nel 1929 e si arriva ad uno nato nel 2006!

L'Europa in questi racconti è viva e mutevole: Europa è una donna, è una nazione intera, è uno stato di appartenza a volte difficile, è una grande opportunità.

Nelle prossime settimane presenteremo la composizione della giuria che, anche quest'anno, vede la presenza di scrittori e giornalisti di grandissimo livello. Siamo onorati di averli con noi in questa avventura.


lunedì 6 maggio 2019

Proroga del bando per la 6° edizione del Premio La Quara

Si informa che, a seguito delle numerose richieste pervenute, il bando di concorso per il Premio La Quara è stato PROROGATO fino al giorno 20 maggio, sempre alle ore 12.

Non sono previste ulteriore proroghe al bando.

Grazie per la vostra sempre sentita partecipazione!

martedì 12 marzo 2019

EUROPA : al via la sesta edizione del Premio La Quara

Arriva al sesto anno il premio letterario per short stories “La Quara”, organizzato da Biblioteca Manara e Comune di Borgo Val di Taro, con il sostegno della Valtarese Foundation di New York, di Intesa Sanpaolo, Fondazione Monteparma e Associazione Emmanueli, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Parma e dell’Unione dei Comuni Taro Ceno.
La nuova edizione del premio è stata presentata oggi a Parma, presso la sede della Provincia, congiuntamente alla pubblicazione del bando di concorso che proprio da oggi è scaricabile sul sito www.premiolaquara.com.
Il concorso è aperto a tutti, senza limiti di età, e la giuria, composta da scrittori e giornalisti, selezionerà fra i concorrenti 5 finalisti che verranno premiati nel pomeriggio di sabato 24 agosto 2018, in piazza La Quara a Borgo Val di Taro, luogo che dà nome al Premio.
La giuria sarà composta come sempre grandi nomi della cultura nazionale, fra cui Antonio D’Orrico, giornalista, critico letterario e saggista, e la scrittrice Paola Brianti, giornalista e reporter autrice del romanzo “Parmigianino, il mistero di un genio”, che verrà presentato proprio a Borgotaro il giorno prima della cerimonia finale del Premio, venerdì 23 agosto.
A presiedere la giuria sin dalla prima edizione l’editorialista del Corriere della Sera Antonio Ferrari, che dopo il successo del romanzo “Il segreto” ha appena pubblicato “Amen” (Chiarelettere).

Il tema scelto per questa nuova edizione è EUROPA, che nella definizione del Presidente di giuria

“Più che una parola e’ un giovanile atto di fede.
Mai come adesso il sogno di conoscere, di aprirsi, di
abbattere i muri si confonde con la realtà.
 Le distanzevengono inghiottite dalla generazione-Erasmus e dai voli low cost. 
Europa e’ una ragazzina che vuol crescere con noi."


I dieci racconti che passeranno la prima selezione saranno pubblicati in un’antologia, che sarà pubblicata nel mese di luglio, a cura di Infinito Edizioni, casa editrice di Formigine (Modena).
La cerimonia finale verdrà come sempre la preziosa presenza dell’associazione Zona Franca di Franca Tragni che curerà l’interpretazione teatrale dei racconti finalisti.
Verrà anche assegnato per il secondo anno un premio speciale voluto dai fratelli Michele e Angelo Berti (originari della Val Taro ma residenti a Ravenna) che, per onorare la memoria dei loro genitori, l’attaccamento alla terra d’origine di loro padre e la passione per la letteratura della loro madre, propongono il premio Berti Ugo e Solaini Valentina, mirato a premiare il racconto che più ha valorizzato i temi dell’amore familiare, dell’attaccamento alla terra d’origine, del rispetto delle tradizioni e in occasione del tema proposto quest’anno del senso di appartenenza a una comunità.Il premio consiste in un mosaico a firma dell’artista Anna Fietta, che già decora tutta la città di Ravenna con le sue opere, aggiungendo a un valore simbolico anche quello concreto di un’opera d’arte realizzata per l’occasione.
Il racconto vincitore verrà come sempre pubblicato in tempo reale, a pochi minuti dalla proclamazione, sulla pagina culturale del sito del Corriere della Sera.



Per informazioni:

Segreteria organizzativa
Premio La Quara
piazza Manara 7
43043 Borgo Val di Taro PR
premiolaquara@gmail.com
Tel 0525-96796

www premiolaquara.com

venerdì 1 marzo 2019

Trovare le parole. (Ovvero il perchè di questo premio letterario)

Fervono i preparativi a Borgo Val di Taro per l'imminente presentazione della sesta edizione del Premio La Quara, concorso letterario per short stories.

Il Presidente di giuria, l'editorialista del Corriere della Sera Antonio Ferrari, ha in serbo per voi un tema che potrà cogliervi alla sprovvista, all'inizio, ma siamo certi vi conquisterà...

Guardandosi indietro vediamo sei anni intensi, pieni di emozioni, una scommessa vinta sin dal primo giorno, quasi inspiegabilmente.
Eh sì, perchè in Italia i concorsi letterari sono mille milioni (forse è vero che ci sono più scrittori che lettori...) , e uno in più potrebbe non influire minimamente sul totale, o forse no.

Forse, diciamo forse, tutto il valore che serve trovare è quello di una rete di persone, lettori, scrittori, giornalisti, professori, che si costruisce su una base di resistenza culturale, perchè no, non ci crediamo che tutto deve essere urlato, imposto, preconfezionato ad hoc per chissà quale fine.

Questo evento è diventato un momento di incontro, profondo, in cui persone mai viste prima e che forse mai si rivedranno si trovano, si ritrovano, arricchendosi a vicenda.

Infermieri, meccanici, operai, letterati, giornalisti famosi o scrittori famosissimi, poco importa: siamo tutti lì, uniti nell'amore per i libri, la scrittura, la lettura. Che poi significa saper emozionare ed emozionarsi, significa sognare, conoscere, cercare, vedere. Significa tutto.

E saremo lì anche il 24 agosto 2019, nella piazza che ha dato il nome al Premio, per incrociare le nostre vite e le nostre storie, quelle vere e quelle vive solo fra le pagine.




giovedì 21 febbraio 2019

Sara Galeotti vince la 5° edizione del Premio La Quara

Romana, studiosa di Diritto, ricopre incarichi di docenza presso l’ateneo di Roma Tre e la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli. Si definisce «precarissima». Il suo habitat naturale sono le biblioteche, soprattutto se tedesche. Non resiste davanti a un’epigrafe e sogna di visitare tutti i cimiteri monumentali d’Europa.

Questo è il profilo di Sara Galeotti, vincitrice della 5° edizione del Premio La Quara, con il racconto
sul tema "Il portone".

La giuria, presieduta dall’editorialista del «Corriere della Sera» Antonio Ferrari, è composta da Pier Luigi Vercesi, giornalista del «Corriere della Sera» e scrittore; Alessia Rastelli, giornalista del «Corriere della Sera»; Giulia Ciarapica, bookblogger (Chez Giulia), collaboratrice de «Il Messaggero» e «Il Foglio»; la scrittrice Barbara Garlaschelli, scrittrice che a Borgotaro ha presentato l’ultimo libro Non volevo morire vergine (Piemme). Il Premio è voluto dal Pio Istituto Manara di Borgotaro, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Parma, dell’Unione dei Comuni Taro Ceno e del Comune di Borgo Val di Taro. Main sponsor dell’evento la Valtarese Foundation di New York, Fondazione Monteparma e Intesa Sanpaolo.

Il Corriere della sera ha pubblicato integralmente il racconto, che potete leggere a questo LINK

E' possibile inoltre acquistare il volume antologico con i 10 racconti finalisti sul sito della casa editrice Infinito Edizioni e nei maggiori store on line.


Un ringraziamento speciale al comitato organizzativo, al gruppo di lettura, alla giuria, alla presentatrice Francesca Strozzi e a tutti i sostenitori del Premio.